Latest Entries »

Pubmed sembra un motore di ricerca tipo google o yahoo. Però è molto utile per noi studenti di medicina che ci aiuterà tantissimo in questi anni. Cercare qualcosa su google che ha da fare con la medicina è un po’ difficile e più complicato.  Invece cercare su Pubmed sembra più facile. Basta scrivere quello che vogliamo cercare, mettere i limiti, e poi tutto sembra quasi fatto. Usando i limiti è più facile trovare quello che vogliamo. Se non usiamo i limiti troveremo un grande numero di risultati. Invece se usiamo i limiti, troveremo una decina di risultati. Pubmed ci aiuterà tantissimo quando saremmo pronti per fare la tesi. Invece che cercare in tutti i libri qualcosa utile, basta che andiamo su pubmed e cerchiamo quello che vogliamo. Alcuni risultati sono inaccessibili?? NO PROBLEM 😀….Non c’è bisogno di usare i computer della facoltà o della biblioteca. Basta usare il proxy della facoltà e poi accedere con il numero di matricola e con la password. Poi non c’è nessuna difficoltà. Possiamo accedere ovunque vogliamo.

Annunci

Io ho sempre creduto in Del Piero per un gran numero di ragioni. Così, su due piedi, me ne vengono in mente 65 e cioè: il goal all’esordio in serie A contro la Reggiana, la tripletta contro il Parma, il goal fantastico all’ultimo minuto contro la Fiorentina, la doppietta contro la Lazio, le quattro palombelle consecutive nei primi quattro match di Coppa dei Campioni, il goal su punizione contro il Real Madrid, il goal nella finale della Coppa Intercontinentale, il goal di tacco nella finale di Coppa dei Campioni contro il Borussia Dortmund, l’immensa ingiustizia del pallone d’oro a Summer e non a lui, la strepitosa stagione 97/98 e poi il silenzio, in risposta alle accuse pelose di Zeman, il silenzio di Alex in risposta al miserabile sciacallaggio di certa stampa, i goal in risposta ai cori dei tifosi avversari, l’infortunio al ginocchio e in quel momento la Juve era prima in classifica, l’operazione in Colorado e a quel punto la Juve via, era precipitata al quarto posto E poi la sofferenza, la speranza, la fisioterapia e intanto la Juve sprofondava, sprofondava sempre di più. Il recupero, il ritorno con goal nel Trofeo Berlusconi, i goal in Coppa Intertoto, il primo goal su rigore, la Juve che torna prima in classifica e gli altri goal su rigore: infallibile. E poi il goal su azione al Parma, finalmente, e poi Perugia, il sorpasso della Lazio e.. l’ingiustizia, l’ingiustizia accettata senza protestare, la panchina accettata senza protestare agli europei del 2000, agli scampoli di partita, il palo su punizione contro il Belgio, il secondo palo contro il Belgio e il goal di sinistro contro la Svezia, gli errori della finale contro la Francia, l’ammissione di colpa e poi il goal al Bari, subito dopo che era morto suo padre. E poi il goal al Messico nel mondiale in Giappone, il goal di tacco nel derby, il goal su azione contro il Real Madrid in semifinale di Champion’s League,  e l’assist in rovesciata a Trezeguet contro il Milan e il superamento del record di Boniperti e la resistenza alle provocazioni di Capello e il goal su punizione all’inter e.. la linguaccia, e poi la panchina accettata senza protestare ai mondiali di Germania, il goal alla Germania in semifinale, il rigore realizzato in finale, il titolo mondiale. E poi la retrocessione, la retrocessione in B accettata senza protestare.. bravo.. Dio come ti ho amato in quel momento. E poi il goal numero 200 realizzato in serie B e il titolo di capocannoniere della serie B e il ritorno in A e il titolo di capocannoniere della serie A e poi il ritorno in Champions League e il goal su punizione allo Zenit e il goal su azione al Real Madrid a Torino e il goal su punizione alla Roma in campionato e il goal su azione sempre al Real Madrid al Bernabeu e il goal su punizione al Real Madrid al Bernabeu e la standing ovation del Bernabeu. E poi il goal su punizione con il Chievo numero 249 nel giorno del tuo compleanno e la standing ovation del Bentegodi e il rigore a cuore aperto contro il Chelsea e la rabbiosa doppietta contro il Bologna e io ci metterei anche quel palo che e poi.. ahhhhh la tua linguaccia! Sai Ale ce ne sarebbero molte altre, ma mentre svolgevo il tema è venuta in mente una domanda anche a me, piuttosto urgente: tu come hai fatto, TU, che non hai creduto in Del Piero a non credere in Del Piero? 

Ho letto tutto ed ho riflettuto tantissimo su quello che è internet oggi. Come noi lo sfrutiamo. Lo sfrutiamo per lavorare, per divertirsi, per parlare con gli amici, oppure esiste e non sappiamo fare niente con l’internet. Esistono anche questa categoria di gente.

“Per affrontare il nuovo tutti devono compiere uno sforzo addizionale.”
Perché abbiamo paura da quello che può succedere? La nostra vita dobbiamo viverla come vogliamo noi. Se abbiamo dei problemi, non dobbiamo evitarli, dobbiamo risolverli. La vita è bella se noi sappiamo viverla. Se abbiamo dei problemi non dobbiamo andare a bere alcol, oppure prendere droga per essere piu felici. Un uomo disse: “Se ti droghi ti capisco, perché il mondo ti fa schifo; se non lo fai ti ammiro, perché sei in grado di combatterlo.” La vita non è come un prato pieno di margherite. Le margherite crescono solo se ci sono le possibilità, cioè quando viene la primavera e fa caldo. Noi dobbiamo creare le nostre possibilità per andare avanti, per continuare a vivere.

“è necessario rendersi conto che per utilizzare al meglio le nuove tecnologie di comunicazione dobbiamo imparare ad ignorarle.” Perché è così difficile abituarsi dalla nuova tecnologia? Perché non la accettiamo? Il mondo cambia e noi dobbiamo abituarsi con questi cambiamenti. Questi cambiamenti dobbiamo usargli al nostro favore. La nuova tecnologia dobbiamo impararla, non dobbiamo ignorarla.
“La scuola non può dare quella conoscenza che prima fluiva dai vecchi ai giovani per osmosi, per atti osservati e condivisi, che è difficile codificare in forme proposizionali e certamente non in quelle dei manuali scolastici.” Sempre dobbiamo leggere più di mille pagine. Perché? Solo per fare degli esami che appena siamo promossi dopo un mese non ricordiamo quasi nulla. Ricordiamo meglio le favole che ci racontavano i nonni quando avevamo 3-4 anni.
“puntare alla qualità piuttosto che alla quantità e alla media.” Questo è l’errore che lo facciamo tutti. Vogliamo avere i voti più alto senza accorgersi che forse non sappiamo niente. Una persona che conosco ha detto “mai essere felici se prendi sempre 30L perché sempre c’è qualcosa da imparare”
Forse sono uscito un po fuori tema, ma ho preso le frasi che mi piacciono di più e le ho commentate

La mia Musica !!!


MusicPlaylistView Profile
Create a playlist at MixPod.com

La vita dovrebbe essere vissuta al contrario.
Tanto per cominciare si dovrebbe iniziare morendo,
e così tricchete tracchete il trauma è già bello che superato.
Quindi ti svegli in un letto di ospedale e apprezzi il fatto
che vai migliorando giorno dopo giorno.

Poi ti dimettono perchè stai bene, e la prima cosa
che fai è andare in posta a ritirare la tua pensione,
e te la godi al meglio.

Col passare del tempo, le tue forze aumentano,
il tuo fisico migliora, le rughe scompaiono.
Poi inizi a lavorare, e il primo giorno ti regalano un orologio d’oro.

Lavori quarant’anni finchè non sei così giovane
da sfruttare adeguatamente il ritiro dalla vita lavorativa.
Quindi vai di festino in festino, bevi, giochi, fai sesso e
ti prepari per iniziare a studiare.

Poi inizi la scuola, giochi coi gli amici,
senza alcun tipo di obblighi e responsabilità,
finchè non sei bebè.

Quando sei sufficientemente piccolo,
ti infili in un posto che ormai dovresti conoscere molto bene.

Gli ultimi 9 mesi te li passi flottando tranquillo e sereno,
in un posto riscaldato con room service e tanto affetto,
senza che nessuno ti rompa i coglioni.

…E alla fine abbandoni questo mondo in un orgasmo!

E’ la fine del mondo???

Ho iniziato scrivere questo blog da quello che ho visto che è successo oggi in Giappone. Tutti  abbiamo fatto questa domanda e nessuno sa la risposta. Ci sono tanti libri che parlano. Tanti personaggi hanno dedicato la loro vita per rilevare qualcosa. Quando succederà?? Domani, dopo un mese, dopo un anno, dopo mille anni??? Nessuno sa dire la risposta giusta. Però in questo mondo stanno succedendo tante cose che ti fanno pensare che la fine è vicino. Guerre, terremoti, tsunami… In 11 anni hanno successo tante cose.

Inizio dal 11 settembre 2001, quando le 2 Torri Gemelle più alte del mondo crollano. 3000 milla persone morirono.

Il tsunami  in Sri Lanka. Il 24 dicembre 2004 fu un’altra tragedia. Un terremoto con  magnitude 9.1  ha colpito l’oceano Indiano al largo della costa nord-occidentale di Sumatra. Piu di 231.594 persone morti.

Il terremoto dell’Aquila. Il 6 aprile 2009 succede in Italia. Chi lo avrebbe mai immaginato che anche noi ci saremmo colpiti da un terremoto cosi distruggente. 308 morti e tantissimi dani.L’altro terremoto accade in Cile. Il 27 febbraio 2010 un terremoto con magnitude 8.8 Mw. 573 persone morto tra cui 52 dispersi. In questo terremoto succede anche un’altra cosa. L’asse di rotazione terrestre è stato spostato di 8 cm. il cambiamento, seppur minimo, sarebbe permanente, con una riduzione di 1,26 microsecondi della durata del giorno.

L’ultimo terremoto è successo oggi. Un altro terremoto in Giappone oggi ha causato tanti dani e vittime. Ancora non sono sicuri quante persone siano morte o il valore dei dani. La scossa era 8.9 gradi Richter. Anche qua dicono che c’è stato uno spostamento dell’asse di rotazione terrestre con 10 cm.

Alcuni dicono che la fine del mondo verrà dallo spazio. Un grande meteorite colpirà la terra. Io non sono tanto sicuro di questo. La terra si distruggera da sola. Basta dare un’occhiata alle cose che vediamo tutti i giorni.

 

La vita è bella!

Questo film è stupendo. Per quelli che non l’hanno visto ancora, dovranno vederlo per forza. Questa è la colonna sonora del film invece questo qua è il testo della canzone tradotto in italiano.

Ama,come se fossi un bambino
Sorridi,non importa cosa dicono
Non ascoltare una parola di quello che dicono
perchè la vita è bella così.

Lacrime,un’ondata di lacrime
Luce,che lentamente scompare
Aspetta,prima di chiudere le tende
C’è ancora un altro gioco da giocare
e la vita è bella così.

Qui con i suoi occhi eterni
sarò sempre vicina quanto te
ricorda da prima
ora che sei là fuori con te stesso
ricorda cos’è vero
e quel che sognamo è solo amore.

Conserva la risata nei tuoi occhi
presto verrà premiato il tuo aspettare
non dimenticheremo i nostri dolori
e penseremo ad un giorno più allegro
perchè la vita è bella così.

Non dimenticheremo i nostri dolori
e penseremo ad un giorno più allegro
perchè la vita è bella così.
C’è ancora un altro gioco da giocare
e la vita è bella così.
Sorridi,senza una ragione

Welcome to WordPress.com. This is your first post. Edit or delete it and start blogging!